PROGETTARE IL MOVIMENTO, LE TECNOLOGIE E GLI ARREDI A SCUOLA – TRA PEDAGOGIA, ARCHITETTURA E DESIGN

Questo ciclo di seminari gratuito vuole offrire a insegnanti e dirigenti, amministratori e progettisti la possibilità di approfondire tre aspetti che incidono fortemente sulla didattica e che ricadono inevitabilmente su scelte legate alla progettazione e organizzazione degli spazi scolastici:

  • Tecnologie e media – Sviluppo di proposte orientate al futuro

Lo sviluppo tecnologico è incessante e implica la necessità di concepire nuovi modi di rapportarsi ai media digitali. La predisposizione di un ambiente didattico con le tecnologie implica l’idea di passare da una ottica di consumo dei media  a modelli di abitazione dei media e di elaborazione delle identità e dei mondi che con essi si stanno creando. Quali scenari dunque proporre? Quali atterezzature impegnare? Su quali competenze puntare?

  • Scuola in movimento

Le scuole che si votano al benessere e alla salute contemplano il movimento tra gli obiettivi formativi principali. Pensare la scuola in movimento ha ricadute anche sugli spazi scolastici. Quali ipotesi si prospettano per le scuole che mettono il movimento al centro dei propri sforzi didattici?

  • Arredare e creare l’ambiente a scuola

Per ripensare gli ambienti è necessario ragionare insieme sulle implicazioni pratiche che comporta la scelta di questo o di quell’arredo ed è necessario riflettere sullo spazio come terzo educatore.  Quali prospettive prospetta il connubio tra pedagogia, architettura e design nel ripensare lo spazio scolastico?

Gli incontri vedranno come relatori esperti dell’area scientifica e progettuale per dibattere insieme sulle relazioni che si possono tessere tra tecnologie, movimento e arredo nel processo di progettazione di una scuola.

26 |3 | h 15 – 18 SCHULEN IN BEWEGUNG ZWISCHEN DIGITALISIERUNG UND WOHLGEFÜHLBEDINGUNEN

DE Moderiert Josef Watschinger

 

Dr. Dieter Breithecker – Leiter der BAG (Bundesgemeinschaft für Haltungs- und Bewegungsförderung)

„einfach bewegen(d)“ Bildungsräume brauchen Raum für Bewegung

Eric Sidoroff – Ass. Prof. Univ. Innsbruck

Medien machen Räume auf.

 Stefen Kaz, Designer

Design als Chance für Innovation

 

Discutono | es diskutieren

Joachim Moroder – Architekt Lernen&Raum

Kuno Prey, Designer UNIBZ

Albin Schwingshackl, Bürgermeister Welsberg

Rita Schwingshackl, Evolutionspädagogin